Connect with us

Green Economy

5 consigli +1 per un Natale sostenibile

ener2crowd

Published

on

Manca pochissimo al Natale e nelle case di tutto il mondo si stanno ultimando i preparativi per trascorrere le festività, cercando di dimenticare le difficoltà di un anno impossibile da preventivare come è stato il 2020 afflitto dall’emergenza Covid19. Mai come quest’anno infatti abbiamo dovuto fare i conti con una situazione del tutto nuova che ci ha portato a riflettere su noi stessi, sui nostri comportamenti e sull’immediato futuro. In quest’ottica la via tracciata per risollevarci da questa crisi che non è solo economica ma anche sociale ha visto e vedrà come protagonista la green economy e la sostenibilità ambientale. A fare la differenza, oltre alle strategie nazionali e internazionali, serve lo sforzo quotidiano di tutti noi, attraverso piccole grandi scelte che determineranno il raggiungimento o meno dell’obiettivo di rendere il nostro Pianeta un luogo migliore.

In questo senso, il Natale rappresenta un momento fondamentale per testare le nostre capacità di poter davvero cambiare le cose. Le feste natalizie, infatti, sono caratterizzate da tutti quegli elementi che possono impattare negativamente sulla sostenibilità, con picchi di consumo energetico, sprechi alimentari e utilizzo di materiali inquinanti.

Per questo è necessario adottare delle misure per poter trascorre le feste in modo sostenibile, senza però dover rinunciare a trascorrere questo momento con la stessa serenità e spensieratezza di sempre.

Ecco, quindi, 5+1 consigli per un Natale Green all’insegna della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente.

Scegli l’albero giusto

Anche se siamo fuori tempo massimo, sarebbe consigliato optare per un albero vero evitando quelli artificiali fatti con materiali plastici  PVC polietilene tereflalato non biodegradabile, la cui produzione “costa” all’ambiente circa 20kg di petrolio e il processo di lavorazione rilascia nell’atmosfera 23kg di CO2, escluse le emissioni relative al trasporto. Nel caso di un albero vero, invece, bisogna sempre scegliere un abete preso da piantagioni limitrofe alla nostra abitazione e non da boschi. Negli ultimi anni, inoltre, sono nate società che si occupano del riutilizzo una volta passate le feste o direttamente del noleggio. Se avete il pollice verde, potete scegliere anche un abete con radici e vaso.

Luci e addobbi

Per quanto riguarda le luci dell’albero o quelle utilizzate per illuminare a festa la vostra abitazione evitate lampadine a incandescenza e preferite quelle a led per ottenere risvolti positivi sia sotto il profilo delle emissioni di CO2 sia per quel che riguarda il consumo energetico in bolletta, circa l’80% inferiore rispetto all’illuminazione tradizionale e una durata 30 volte maggiore.

Per gli addobbi, utilizzate materiali in legno o in carta, possibilmente fatti in casa o riutilizzando oggetti di cui avete già disponibilità. Evitate di comprare prodotti in plastica o a batteria e ingegnatevi con il riciclo creativo.

Regali e pacchetti

Scegli regali provenienti da una filiera corta e da aziende che hanno implementato nel loro ciclo di produzione pratiche sostenibili. E’ importante in questo contesto minimizzare le spese online per evitare un aumento delle emissioni nocive dovute al trasporto. Andare in bici o a piedi a fare shopping. Se volete sorprendere con un regalo originale, esistono metodi di sostegno economico ad associazioni ambientaliste o di salvaguardia della natura e degli animali.

Per il packaging utilizzare carta da imballaggi o velina facilmente riciclabili. In alternativa potete riutilizzare i pacchetti dello scorso anno, avendo cura nel non rovinare o strappare la carta. Se abbiamo uno spirito creativo, anche la carta di giornale può rappresentare una soluzione così come l’utilizzo di confezioni di stoffa riciclabili praticamente all’infinito.

Il cenone e gli sprechi

Durante le feste di Natale è il cibo il vero protagonista. Per diminuire al minimo l’impatto ambientale scegliere sempre produttori locali e prodotti stagionali provenienti da aziende ecosostenibili. Riducete il consumo di carne, in particolare bovina, la cui filiera ha una profonda impronta sull’ambiente. Prediligiamo vegetali, possibilmente a km zero e dolci poco raffinati. Compriamo prodotti sfusi così da diminuire l’impatto del packaging. Prepariamo portate a “misura d’uomo”, senza esagerazioni o porzioni troppo grandi per evitare sprechi alimentari e aumento di rifiuti.

Tavola e pulizia

Anche se è comodo, evitare stoviglie e utensili di plastica usa e getta, stando sempre molto attenti a fare la raccolta differenziata dei rifiuti. Per quanto riguarda la pulizia, caricare a pieno regime le lavastoviglie e le lavatrici così da ottimizzare il consumo di acqua e di elettricità. Utilizzate prodotti per la pulizia a basso contenuto chimico e da aziende ecosostenibili.

Ripartiamo

Questo 2020 che sta finalmente finendo ha messo a dura prova la popolazione mondiale con dure ripercussioni economiche, sociali e psicologiche, oltre quelle ben note a livello sanitario. Mai come adesso abbiamo compreso quanto siano determinanti i nostri comportamenti per resistere, rialzarci e ricominciare vivere. Solo avendo a cuore tutto quello che ci circonda possiamo pensare a un futuro migliore. Rendiamo questo Natale un punto di fine o di svolta per buttarci alle spalle non solo la pandemia ma anche determinati comportamenti che hanno reso il mondo di oggi un posto quasi invivibile. Molte cose sono state fatte, moltissime ancora da fare. Dipende da noi.

Facebook

Da non perdere

Tag

Copyright © 2019 Ener2Crowd | info@ener2crowd.com | Tel +39 351 8812284 | WEB + GRAPHIC DESIGN by Why Not Communication